Ciao Utente e benvenuto nel Forix Forum!
Al fine di garantire una corretta navigazione, con la possibilità di usufruire di tutte le fantastiche funzioni che il forum ti offre, ti invitiamo a registrarti. La procedura di registrazione dura meno di 1 minuto, e fatto ciò, potrai subito navigare tra i migliaia di topic presenti nel sito, chiedendo aiuto inerente a qualsiasi cosa, oppure potrai arricchire la community pubblicando nuovi argomenti oppure commentando con riflessioni, risposte e critiche su argomenti già presenti.
Diventa parte attiva di questo sito. Ti aspettiamo!

AutoreTopic: Napoli-Roma 2-0

Napoli-Roma 2-0
« on: il Dom Ott 03 2010, 16:59 »

Vedere il profilo dell'utente
Napoli: De Sanctis, Campagnaro (47' st Sosa), Cannavaro, Aronica, Maggio, Pazienza, Gargano (26' st Yebda), Dossena (35' st Zuniga), Hamsik, Lavezzi, Cavani. A disp. Iezzo, Grava, Santacroce, Dumitru. All. Mazzarri

Roma: Lobont, Cassetti, Juan, N.Burdisso, Cicinho (28' st Rosi), De Rossi, Pizarro, Riise, Menez (1' st Brighi), Totti, Borriello (22' st Vucinic). A disp. Doni, G.Burdisso, Castellini, Baptista. All. Ranieri

Arbitro: Tagliavento di Terni
Marcatore: 27' st Hamsik, 38' st Juan aut.
Note: ammoniti Pazienza, Cassetti, Gargano, Lavezzi, Pizarro, Aronica

Napoli - La Capitale siamo noi! L'Oktober Fest del San Paolo, la breccia di Porta Pia, il Sentiero della Gloria. Un Trionfo lungo 13 anni e 72 minuti. Napoli Caput Mundi. L'Impero romano crolla con l'Avvento dello Scisma di Occidente. Una corrente gravitazionale che parte dall'Anticiclone del Pocho, attraversa l'anima di un intero popolo e si scarica sulla forza di gravità del Fanciullino con la cresta del Manga Boys e gli occhi di ghiaccio dei Cyborg. La natura si rivolta all'obbedienza, Marek sfonda il muro del suono, il sole diventa di fuoco, il San Paolo è un urlo che parte dal centro della Terra. Un brivido celestiale. Il Napoli è la prima legge dell'Universo. Fantastici, favolosi, strepitosi, infiniti, spettacolari. Struggenti come un tramonto a Marekiaro, immensi come la Pampa argentina, innamorati persi come una città romantica davanti ai suoi Principi Azzurri. Due a zero per noi! Il conto lo chiude Campagnaro che entra come un dioscuro fiero ed orgoglioso nell'antro della tana giallorossa. Perché dobbiamo chiuderla lì, quando il cielo è ancora luminoso e piovono gli olè nell'Arena di Fuorigrotta. Questo è spettacolo. L'Oktober Fest. Napoli Caput Mundi. La Capitale siamo noi!

San Paolo con il sole in faccia. Una giornata così merita le melodie più belle della tradizione nostrana. E musica sarà. Partiamo fortissimo. Al 5' Hamsik libera Dossena che tira al volo in area: fuori. Applausi e partita caldissima. All'8' Pocho comincia la sinfonia, vola a sinistra ed arriva fino in fondo: sinistro parato. Al 21' primo tiro della Roma: alto. Al 25' Hamsik converge da destra e scarica il sinistro, Lobont blocca. Al 27' Riise prova il drop di sisnistro: fuori specchio. Al 33' il primo annucio dei brividi azzurri: Pocho taglia dentro per Hamsik, grande stop di Marek e sinistro al volo, Lobont fa un paratone. Roma salva, Napoli con le mani nei capelli. Al 31' colpo di testa di Borriello su cross di Totti: De Sanctis bravissimo a deviare. Al 45' ancora il Portiere azzurro si mostra attento e prontissimo con una uscita tempestiva su Borriello. Finisce il primo tempo: 0-0.

Nel secondo tempo la Roma cambia Menez con Brighi. Il Napoli non cambia mentalità e ci va giù deciso. Al 13' micidiale contropiede di Cavani lanciato con un preziosismo esterno destro. Il Matador lascia sul posto Burdisso e chiude si sinsitro: para ancora Lobont. Al 16' punizione di Lavezzi che sfiora l'incrocio dei pali. Il Napoli prende il largo e picchia in testa. Al 19' numero di Lavezzi che si beve mezza difesa e crossa dal fondo per Cavani: salva Lobont!. Sull'azione seguente è Juan che ferma Cavani ad un metro dal gol. Poi però arriva il "pezzo": Cavani è un fulmine che libera Dossena in area, cross arrestrato e Hamsik sfonda nell'urlo del San Paolo. Uno a zero per noi! Brividi puri. Il Napoli guarda in faccia alla Capitale 13 anni dopo. E non vogliamo neppure soffrire. Campagnaro si prende l'autorità di un coast to coast da Guerriero implacabile, cross dalla destra e Juan se la butta dentro per anticipare Cavani: 2-0. Una gioia immensa. Napoli balla nel suo Oktober Fest. Un trionfo lungo 13 anni e 72 minuti. La Capitale siamo noi!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum